Può zinco e visto palmetto ridurre la ghiandola prostatica?

L’allargamento della prostata, anche conosciuta e benigna della iperplasia della prostata, o BPH, è un problema comune di salute negli uomini di oltre 40 anni e all’età di 80 anni, circa il 90% degli uomini ha questa condizione, secondo l’Istituto Nazionale della Salute . Saw palmetto può aiutare a ridurre la dimensione della prostata, mentre l’integrazione con zinco è controversa. Parlare con il medico prima di iniziare a prendere integratori per la tua condizione.

Saw Palmetto

Secondo l’American Academy of Family Physicians o AAFP, Saw palmetto sembra essere efficace quanto il finasteride convenzionale, ma meglio tollerato e meno costoso. Finasteride è un farmaco usato nel trattamento della BPH che aumenta il livello di testosterone e il testosterone è responsabile della riduzione della dimensione della prostata. In un numero di marzo del 2003 della rivista AAFP, Andrea Gordon, MD, fornisce un riassunto della ricerca clinica che supporta l’efficacia del palmetto da sega per diminuire i sintomi e la dimensione della prostata. Gordon ha concluso che questa erba è sicura e un trattamento efficace per l’allargamento della prostata benigna.

Controversie di zinco

Una quantità limitata di ricerche supporta i benefici della supplementazione zinco per una prostata allargata. Joseph Marion, autore di “Anti-Aging Manual: L’enciclopedia della salute naturale”, indica che la ghiandola prostatica contiene 10 volte più zinco di qualsiasi altro organo. Inoltre afferma che la quantità di questo minerale nel corpo diminuisce nel tempo e che molti uomini oltre i 50 sono carenti di zinco. A causa della correlazione tra la carenza di zinco e l’allargamento della prostata, Marion raccomanda l’integrazione zinco per ridurre la dimensione della prostata allargata. D’altro canto, altri recenti studi come la ricerca pubblicata nel luglio 2009 di Biometals di A. Sapota ha scoperto che gli individui con cancro alla prostata e le infezioni della prostata possono essere carenti in zinco, mentre gli uomini con BPH hanno in realtà livelli più elevati di zinco e di uomini sani. Un altro studio trovato nel settembre 2007 di “Investigacion Clinica”, condotto da un team spagnolo, ha fornito conclusioni simili.

Dosaggio

La dose giornaliera di palmetto di sega per BPH è di circa 320 mg di bacche di palmetto di sega. Fino a che ulteriori ricerche sostengano il vantaggio dello zinco nella riduzione della prostata, l’integrazione con questo minerale dovrebbe essere riservata a individui che sono carenti di zinco. Non superare i 100 mg di zinco giornaliero, poiché quantità più elevate possono causare depressione del sistema immunitario.

Conclusione

C’è una notevole quantità di prove che hanno visto che il palmetto può contribuire a ridurre la prostata, ma i vantaggi dello zinco minerale per la stessa condizione sono controversi. Consultare un medico per scoprire se è possibile beneficiare di integratori per BPH, nonché eventuali effetti collaterali e interazioni farmacologiche.